Log In

  • Home  /
  • Comunicati Stampa   /
  • 2° Workshop – presentazione front office webApp e demo – 03 Dicembre 2014
2° Workshop – presentazione front office webApp e demo – 03 Dicembre 2014 807×400 Full view

2° Workshop – presentazione front office webApp e demo – 03 Dicembre 2014

Continua il percorso del Living Lab Vengo Anch’io, che porterà Acquaviva a sperimentare un’applicazione web per la segnalazione delle barriere architettoniche e, in genere, urbane.

Mercoledì 3 dicembre, nella Sala Anagrafe del Palazzo di Città alle ore 17:30, si terrà il secondo workshop del progetto. La data prescelta non è casuale. Si tratta, infatti, della giornata internazionale delle Persone con Disabilità. Ma lungi dal celebrare un giorno simbolico soltanto a parole, è nata la volontà di dargli concretezza e calarla nella realtà quotidiana e tra le persone.

Durante il workshop, infatti, saranno presentati alla cittadinanza i progressi fatti nella realizzazione dell’app che consentirà di mappare le insidie che ostacolano il movimento in città. Ne verranno mostrati il front office web e la demo, sempre nello spirito della compartecipazione attiva tra i vari attori.

Per quest’occasione, inoltre, sono state coinvolte altre due realtà del territorio provinciale che si battono per creare coscienza civica sul tema dell’accessibilità, le associazioni PugliAccessibile e LeZZanZare.

Nell’ottica di superare i luoghi comuni che spesso più delle barriere reali ostacolano l’integrazione tra le persone, a partire dalle ore 18:30 presso Piazza Vittorio Emanuele, si terrà un’attività ludica ideata e proposta dall’associazione LeZZanzare. Il “Gioco dell’OKKIO” è una sorta di gioco dell’oca con pedine umane che dovranno raggiungere il traguardo destreggiandosi tra sedici cartelle plastificate, ognuna rappresentante un ostacolo che l’inciviltà interpone al loro cammino. Il pubblico a cui è rivolto, in particolare bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, sarà soggetto attivo e si porrà materialmente nei panni di chi, quotidianamente, lotta per muoversi con troppe difficoltà negli spazi urbani. Verranno anche diffusi dei volantini chiamati “punture” , come il segno fastidioso lasciato dalle api, e dei video che, con ironia e goliardia, mirano a sensibilizzare sul tema. L’iniziativa, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Acquaviva, rispecchia la chiara intenzione di portare avanti una battaglia contro la mancanza di educazione civica. È per questo che si è deciso di coinvolgere per primi i più piccoli: perché l’ipoteca sulla vittoria di questa battaglia è il tentativo di far germogliare le coscienze del domani. Non solo per loro stesse, ma per tutti. Affinché i ragazzi possano far notare e correggere gli atteggiamenti sbagliati al mondo adulto, veicolando l’augurio di un mondo più attento ai bisogni e che valorizzi le differenze considerandole ponti, e non muri.

 

3_dicembre_LL

Written by vengoanchiolab